IN EVIDENZA




Torna a tremare la terra in Umbria

Doppia scossa di terremoto nella vicina Umbria che è stata avvertita anche nell'entroterra maceratese e fabrianese.

30 aprile 2021

...

Sono 5.891 in Umbria i caregiver e i familiari conviventi di persone con grave disabilità ed estremamente vulnerabili che si sono prenotati per la vaccinazione anticovid dalle 13 alle 17 di mercoledì, 28 aprile, su un totale di circa 8600 prenotazioni effettuate. 



...

Si è svolta giovedì mattina in Provincia la prima delle due giornate di test anti covid somministrati dall’equipe medica della funzione associata di protezione civile dell’orvietano ai 142 dipendenti dell’ente che su base volontaria si sono sottoposti allo screening con pungi dito per la verifica di eventuale presenza di anticorpi. L’attività proseguirà anche venerdì mattina e rappresenta una novità assoluta.




...

"Marche e Umbria stanno soffrendo la crisi e si stanno allontanando dalle regioni in buono stato economico dell'Europa e dell’Italia. I dati degli indicatori macro-economici e sociali elaborati dalla Commissione Europea per classificare le regioni per la prossima programmazione dei contributi economici europei 2021-2027 dimostrano che nelle due regioni il reddito pro-capite sta calando rispetto alle regioni più floride. Questi territori stanno soffrendo maggiormente non solo gli effetti della pandemia ma pregresse condizioni di vulnerabilità del sistema economico, connesse all'età della popolazione, al tipo di industria e servizi che le connotava, all'impatto di gravi emergenze naturali non ultimo il Sisma del 2016. Davanti a questo declino bisogna agire e mobilitarsi" è l'appello che la deputata Patrizia Terzoni lancia agli altri parlamentari di ogni schieramento delle due regioni e alle forze politiche.



...

In questi giorni si è detto molto sul recovery plan in salsa umbra. Questo è sicuramente un buon segno e dimostra, se mai ce ne fosse stato bisogno, che è imprescindibile, come abbiamo evidenziato con insistenza negli ultimi anni, un nuovo progetto di sviluppo per l'Umbria. Ma il documento della Regione risponde a questa necessità? Questo è tutto da dimostrare. Anzi, la mia impressione è che si rischi un'ulteriore occasione persa. 


...

A partire dal 26 aprile è possibile di nuovo muoversi liberamente,nelle regioni che si trovano in zona gialla, quindi perché non approfittare per goder della miglior stagione possibile... La primavera è una esplosione di profumi e sfumature di colori, tonalità di verde che confinano con quelle del celeste, quello del mare, che si confonde con quello del cielo!


...

Durante la Giornata Mondiale per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro che si celebra il 28 aprile, anche Confagricoltura ribadisce il proprio impegno a fianco delle imprese agricole con i loro addetti, per sviluppare una sempre migliore qualità del lavoro e, conseguentemente, delle produzioni.







29 aprile 2021







...

Le scriventi Organizzazioni Sindacali, unitamente alla RSU aziendale dei vari comparti, sollecitati dalle richieste dei lavoratori dell’Afor, esprimono forte preoccupazione per la situazione di stallo, in cui versano le istanze presentate dalle OO..SS.. stesse, e i timori dei lavoratori in merito ad un progressivo indebolimento di Afor data la mancanza di crescita e la perdita di professionalità e posti di lavoro degli ultimi anni.




28 aprile 2021

...

La Strada dell'Olio e.v.o. Dop Umbria, associazione di promozione turistica, che dal 2004 si occupa di oleoturismo in Umbria grazie ad un importante progetto di marketing territoriale che vede coinvolti circa 100 soggetti tra organizzazioni, Comuni, Aziende Agricole, frantoi e strutture ricettive (ristorazione e ricettività rurale), è promotrice del corso gratuito di qualifica professionale per "Operatore per l'Accoglienza la Promozione dell'offerta turistica territoriale con specializzazione in Turismo Rurale".





...

Si stringono le maglie attorno al contrasto a ogni forma di violenza e, in particolare, a quella sulle donne: dopo l'inserimento sullo scontrino delle farmacie del numero nazionale 1522, verrà aggiunto anche quello regionale della rete dei Centri AntiViolenza 800 861 126 e i farmacisti, insieme a tutti i soggetti firmatari dell'accordo, saranno adeguatamente formati sulle funzioni della rete dei Cav e a recepire eventuali segnali da parte di potenziali vittime, indirizzandole verso il numero Cav o nazionale.




27 aprile 2021