Regione Umbria, Assessore Agabiti: ritorno a scuola in presenza è un segnale

2' di lettura 07/04/2021 - Sappiamo quanti sacrifici stanno affrontando i ragazzi e le loro famiglie, alle quali va il nostro riconoscimento e il nostro grazie per la collaborazione che stanno offrendo. Avere riportato i più piccolini a scuola è un primo passo, ma non è certo motivo di soddisfazione.

"Il ritorno in presenza a scuola per gli studenti fino alla prima media è un primo segnale di ripartenza. Adesso speriamo di poter dare seguito al rientro anche degli alunni più grandi, compresi quelle delle superiori": questo il commento dell'assessore all'Istruzione della Regione Umbria, Paola Agabiti, alla ripresa dell'attività dopo le vacanze di Pasqua e tanti giorni di didattica a distanza.

"Siamo ancora chiamati a fare i conti con l'emergenza pandemica e occorre adottare la massima prudenza, ha detto l'assessore, purtroppo il virus circola ancora nelle nostre vite e questo condiziona inevitabilmente l'attività scolastica. In questa situazione non c'è comunque molto da gioire, occorre soltanto agire per il bene della comunità e quindi anche degli studenti".

"In questo anno di emergenza sanitaria, ha sottolineato Agabiti, le difficoltà sono infinite e siamo chiamati ancora a un grande sforzo, ma sono fiduciosa che ce la faremo, grazie anche alla campagna vaccinale in atto e ai corretti comportamenti dei cittadini.

Agli studenti dico di tenere duro, di non abbattersi e dare il meglio di loro stessi, sia nelle lezioni in presenza che a distanza, ma al tempo stesso di essere anche, a loro volta, dei modelli di comportamento. La stragrande maggioranza dei ragazzi e delle ragazze hanno mostrato grande maturità, i loro sacrifici e il loro impegno. Sono certa che saranno ripagati". Agabiti ha infine ricordato che presso le farmacie è possibile, per tutti gli studenti di ogni età, fare gratuitamente il test antigienico per il Covid 19.






Questo è un articolo pubblicato il 07-04-2021 alle 17:48 sul giornale del 09 aprile 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWs5