SEI IN > VIVERE ORVIETO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Dipendenze, ufficio anagrafe, lavori sulla statale e non solo: le risposte date durante il question time

4' di lettura
26

La riunione dell’Osservatorio sulle dipendenze, l’organizzazione degli uffici dell’Anagrafe, gli spazi per le iniziative culturali, i lavori sulla strada della Stazione, la Fortezza Albornoz e gli interventi su via Angelo Costanzi.

Sono stati questi i temi trattati nel corso delle question time della seduta del consiglio comunale del 15 marzo.

Osservatorio sulle Dipendenze

Beatrice Casasole (Civitas Progetto Orvieto) ha chiesto di conoscere quando sarà convocato l’Osservatorio sul Fenomeno delle Dipendenze della Zona Sociale n.12 e annunciato l’organizzazione di un’iniziativa con l’Associazione Angland San Patrignano Umbria alla presenza degli studenti delle scuole superiori a Palazzo del Popolo il 19 aprile.

L’Osservatorio sulle Dipendenze – ha risposto il sindaco Roberta Tardaniè stato convocato per il prossimo 11 aprile“.

Uffici Anagrafe

Federico Giovannini (Pd) ha sollecitato soluzioni per la situazione degli uffici dell’Anagrafe all’ex caserma Piave dove i cittadini chiedono di ripristinare la possibilità di essere serviti su appuntamento. Ha chiesto inoltre a che punto sia il progetto di rivedere la disposizione degli uffici per evitare agli utenti lunghe attese all’esterno della struttura.

Nella fase post Covid – ha risposto il sindaco Roberta Tardanii servizi dell’Anagrafe erano disponibili su prenotazione, una modalità che abbiamo però dovuto interrompere per le lamentele da parte della cittadinanza. Attualmente l’ufficio è aperto al pubblico il martedì e giovedì per tutto il giorno e su appuntamento il sabato mattina. C’è una sala di aspetto all’interno con sedute e sistema di prenotazione anche se i cittadini restano in attesa fuori dall’edificio perché le postazioni, dopo il Covid, si trovano all’esterno. E’ nostra intenzione riportare le postazioni all’interno dell’edificio ed è in corso la procedura amministrativa e autorizzativa necessaria per la riorganizzazione“.

Sale per iniziative

Franco Raimondo Barbabella (Prima gli orvietani) ha segnalato la mancanza di sale a disposizione dove poter fare riunioni di carattere culturale.

L’unica sala che non è a disposizione – ha risposto il sindaco Roberta Tardaniè la Sala del Governatore del Palazzo dei Sette che è stato individuato come nuova sede del Corteo storico. Sono disponibili la sala Digipass e la sala riunioni della biblioteca comunale, l’auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio, l’atrio del Palazzo dei Sette e anche la sala consiliare o la sala Unità d’Italia del Palazzo comunale vengono concesse gratuitamente per iniziative culturali che spesso vengono patrocinate dal Comune”.

Lavori sulla Statale 71

Franco Raimondo Barbabella (Prima gli orvietani) ha chiesto che vengano ultimati i lavori sulla Strada Statale 71.

La Strada Statale 71 – ha risposto l’assessore ai Lavori pubblici, Piergiorgio Pizzoè di competenza di Anas che ha iniziato un intervento di bonifica che non era mai stato fatto prima in maniera così approfondita. I lavori continuano e solleciteremo Anas a intervenire nelle zoni mancanti anche in virtù dei contatti costanti che abbiamo avuto in questi anni con l’azienda che, in accordo con la Regione, ha effettuato lavori importanti su questo territorio, dai Fori di Baschi agli interventi di manutenzione sulle strade di loro competenza”.

Fortezza Albornoz

Federico Giovannini (Pd) ha chiesto di sapere che fine hanno fatto parte dei finanziamenti delle Aree Interne per la riqualificazione dell’area intorno alla Fortezza Albornoz.

La Fortezza Albornoz – ha risposto l’assessore ai Lavori pubblici, Piergiorgio Pizzoè stata completamente riaperta al pubblico e messa a disposizione degli eventi la scorsa estate dopo i lavori di realizzazione del collegamento con il Pozzo di San Patrizio. Il campo da tennis verrà ripristinato nel mese di aprile, la staccionata sull’Anello della Rupe è stata rinnovata anche se successivamente è stata oggetto di danneggiamenti dovuti ad atti vandalici e incidenti sui quali si sta intervenendo”.

Via Angelo Costanzi

Giuseppe Germani (Socialisti e Riformisti) ha chiesto di conoscere a che punto sono i lavori su via Angelo Costanzi.

Le Ferrovie dello Stato – ha risposto il vicesindaco Mario Angelo Mazzihanno appaltato i lavori per effettuare il consolidamento di tutta la linea ferroviaria in corrispondenza di via Angelo Costanzi. Eravamo pronti a completare il lavoro progettato da anni ma ora la situazione viene completamente stravolta dall’intervento delle Ferrovie dello Stato. Sarà infatti realizzato un muro di contenimento identico a quello fatto dopo l’uscita dell’A1 in direzione di Baschi e quindi non ci troveremo più di fronte a un’alberatura a cui affiancare un percorso pedonale. Proprio in questi giorni stiamo rivedendo il progetto per renderlo complementare all’intervento di Ferrovie dello Stato, abbiamo individuato una soluzione e ne stiamo discutendo. Insieme a questo stiamo discutendo anche dell’allargamento del piazzale della stazione ferroviaria e dell’ampliamento della via di accesso al piazzale stesso“.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook , Telegram  e WhatsApp di Vivere Orvieto .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereorvieto o Clicca QUI. Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereOrvieto.


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2024 alle 12:32 sul giornale del 18 marzo 2024 - 26 letture






qrcode