SEI IN > VIVERE ORVIETO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Violenza di genere, sala conferenze ospedaliera gremita per l'evento formativo sul Codice Rosa

2' di lettura
20

Si è svolta nella sala conferenze dell'ospedale "Santa Maria della Stella" di Orvieto, la prima edizione del corso di formazione aziendale "Interdisciplinarità nel Codice Rosa", fortemente voluto dalla direzione strategica della Usl Umbria 2.

In una sala ospedaliera gremita in ogni ordine di posti, dopo la presentazione dei docenti, è seguito un approfondito e costruttivo momento di confronto per gruppi di lavoro per la definizione di un percorso organizzativo a tutela delle vittime di violenza, al fine di consolidare la rete territoriale che vede insieme trasversalmente, oltre ai professionisti sanitari, i servizi sociali, le forze dell'ordine e gli operatori dei Cav, Centri Antiviolenza.

L'iniziativa promossa dal Cuf, Centro Unico di Formazione in Sanità, dal Servizio Formazione e Comunicazione, dalla direzione ospedaliera del "Santa Maria della Stella" di Orvieto e dal gruppo di lavoro aziendale impegnato nell'organizzazione degli incontri itineranti, prevede appuntamenti ed eventi formativi nelle strutture e nelle aree territoriali della Usl Umbria 2 e sta riscuotendo adesione, consenso e ampia partecipazione del personale.

"Il nostro lavoro e impegno - spiega il direttore generale ff dell'Azienda Usl Umbria 2 dott. Piero Carsili - è volto a potenziare la rete di prevenzione e di contrasto alla violenza sulle donne in ogni sua forma promuovendo e assicurando in tutti i nostri territori e in tutte le nostre strutture, grazie ad un impegno multidisciplinare coordinato, un'assistenza capillare e qualificata in ogni suo aspetto. Ringrazio il gruppo di lavoro che anima il percorso organizzativo e formativo, i servizi impegnati nella promozione e nel supporto degli eventi e i nostri professionisti che con la partecipazione attiva e con l'impegno quotidiano reso con dedizione, competenza ed empatia, sono in prima linea per sostenere le donne e combattere il triste fenomeno del maltrattamento, della sopraffazione, della violenza di genere fisica e psicologica esercitata in vari modi".

"Grande soddisfazione per la partecipazione numerosa e proattiva del personale coinvolto" è stata espressa alla dr.ssa Ilaria Bernardini, direttrice del presidio ospedaliero di Orvieto.

"I gruppi di lavoro per l'individuazione di eventuali criticità e per raccogliere ulteriori suggerimenti - afferma la dott.ssa Bernardini - sono stati un valore aggiunto in quanto consentono di tradurre il contenuto nella pratica quotidiana".

Molto apprezzata la struttura del corso - coordinatrice scientifica la dott.ssa Chiara Della Vedova - che prevede un focus sugli aspetti psicologici degli operatori curato dalla dott.ssa Mirella Cleri, dirigente Sanitario Psicologo.

"Un lavoro di squadra - conclude la dr.ssa Letizia Damiani, della direzione medica dell'ospedale di Foligno e dirigente medico che ha seguito il progetto - frutto di un percorso lungo e virtuoso che ha permesso alla nostra azienda di incontrare grandi professionisti di fama nazionale e lavorare con loro per il bene della donna e di ogni persona vittima di violenza".

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook , Telegram  e WhatsApp di Vivere Orvieto .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereorvieto o Clicca QUI. Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereOrvieto.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2024 alle 09:23 sul giornale del 11 maggio 2024 - 20 letture






qrcode